Iacoli Giulio

Giulio Iacoli (Modena, 1974) è ricercatore presso l’Università di Parma, dove insegna Letterature comparate, Teoria della letteratura e Teoria e storia dei generi letterari. Fra i suoi campi di ricerca primeggia lo studio delle relazioni fra geografia e letteratura: a questo filone vanno ascritte le monografie Atlante delle derive. Geografie da un’Emilia postmoderna: Gianni Celati e Pier Vittorio Tondelli (Diabasis, 2002) e La percezione narrativa dello spazio. Teorie e rappresentazioni contemporanee (Carocci, 2008), nonché le curatele recenti di Discipline del paesaggio. Un laboratorio per le scienze umane (Mimesis, 2012) e Piani sul mondo. Le mappe nell’immaginazione letteraria (con M. Guglielmi, Quodlibet, 2012). È inoltre autore di La dignità di un mondo buffo. Intorno all’opera di Gianni Celati (Quodlibet, 2011) e curatore di Verba tremula. Letteratura, erotismo, pornografia (con N. Catelli e P. Rinoldi, Bup, 2010). Al momento si interessa in particolare agli studi queer, all’influsso del cinema sulla narrativa, e alle rappresentazioni letterarie della scuola e della figura insegnante. Fa parte del direttivo di «Studi culturali» (Il Mulino) e di «between. Rivista dell’Associazione per gli studi di teoria e storia comparata della letteratura» (http://www.between-journal.it).