Giorgio Vecchio

Nato a Como nel 1950, laureato in Scienze Politiche presso l’Università Cattolica di Milano nel 1973. Ricercatore in Storia contemporanea dal 1981 al 1992, sempre presso l’Università Cattolica. Dal 1992 al 2001 professore associato presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Parma, insegnando Storia del Risorgimento e Storia Contemporanea; dal 2001 al 2004 professore straordinario e dal 2004 a oggi professore ordinario (Settore M/STO-04).

Titolare dei corsi di Storia Contemporanea e di Storia dell’Europa contemporanea.

Dal 1995 al 2001 ha insegnato Storia contemporanea anche a Milano, presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università Cattolica e, dal 1995 al 1998, presso l’università IULM.

Dal 2005 al 2009 è stato presidente del Consiglio unificato dei corsi di laurea in Lettere dell’Università di Parma. Dal 2010 al 2012 è stato direttore del Dipartimento di Storia dell’Università di Parma.

È presidente del Comitato scientifico della Fondazione Don Primo Mazzolari (Bozzolo, Mantova). Dirige la collana ‘Edizione critica delle opere di don Primo Mazzolari’ presso le edizioni Dehoniane di Bologna.

È presidente del Comitato scientifico dell’Istituto Alcide Cervi per la storia dell’agricoltura, dei movimenti contadini, dell’antifascismo e della Resistenza nelle campagne (Gattatico, Reggio Emilia).

È membro del comitato scientifico dei seguenti istituti di ricerca: Istituto per la storia dell’Azione Cattolica e del Movimento cattolico in Italia ‘Paolo VI’ (Roma); Centro internazionale studi e documentazione ‘Pio XI’ (Desio). È membro del comitato permanente della Fondazione Ambrosianeum (Milano).

È membro della commissione per l’Edizione nazionale dell’Epistolario di Alcide De Gasperi.

Collabora al ‘Dizionario biografico degli italiani’.

Il suo volume ‘L’Italia del Vittorioso’ ha ottenuto il Premio Capri San Michele Giovani 2012.

È interessato alla storia del movimento cattolico italiano ed europeo, dei movimenti pacifisti, della politica e della società italiana, dei genocidi e della Shoah, oltre che alla storia della bandiera italiana.

Si è anche dedicato in modo specifico ad alcuni protagonisti del Novecento italiano.

È coautore di ‘Alcide de Gasperi. Dal Trentino all’esilio in patria, 1881-1943’ (2009). Ha pubblicato l’ampio saggio: ‘Alcide De Gasperi, 1918-1942. Le sconfitte di un politico di professione’ (in A. De Gasperi, Scritti e discorsi politici, vol. II, 2007).

Ha curato l’edizione critica di E. Sereni, ‘Diario 1946-1952’ (2015). Allo stesso politico e intellettuale comunista ha dedicato: ‘Emilio Sereni, comunista. Note per una biografia’, in E. Sereni, ‘Lettere (1945-1956)’, a cura di E. Bernardi (2011).

Tra le più recenti pubblicazioni: ‘Lombardia, 1940-1945. Vescovi, preti e società alla prova della guerra’ (2005); ‘L’Italia del Vittorioso’ (2011); ‘Un «Giusto fra le nazioni»: Odoardo Focherini (1907-1944). Dall’Azione Cattolica ai Lager nazisti’ (2012); ‘Mazzolari. Un formatore di coscienze’ (2012); ‘Storia dell’Italia repubblicana 1946-2014’ (2014, con P. Trionfini); ‘Vita e morte di un partigiano. Giuseppe Bollini e i giovani dell’Azione Cattolica nella Resistenza’ (2015).

Tra i volumi curati: ‘Gli italiani e il Tricolore. Patriottismo, identità nazionale e fratture sociali lungo due secoli di storia’ (con F. Tarozzi, 1999); ‘Giuseppe Micheli nella storia d’Italia e nella storia di Parma’ (con M. Truffelli, 2002); ‘Mazzolari, la Chiesa del Novecento e l’universo femminile’ (2006); ‘Le sfide della pace. Istituzioni e movimenti intellettuali e politici tra Otto e Novecento’ (con A. Canavero e G. Formigoni, 2008); ‘Le suore e la Resistenza’ (2010); ‘Mazzolari e il cattolicesimo prima del Concilio Vaticano II’ (con D. Saresella, 2012); ‘L’Azione cattolica del Vaticano II. Laicità e scelta religiosa nell’Italia degli anni Sessanta e Settanta’ (2014); ‘Andrea Borri, la passione per la politica. Parma, Roma, l’Europa’ (2015, con M. Cavalli); Storia di Parma. VI. Da Maria Luigia al Regno d’Italia (2016, con N. Antonetti).

Per la Storia di Parma ha pubblicato i seguenti saggi, presenti nel volume Da Maria Luigia al Regno d’Italia

  • Il Risorgimento. Dai moti del 1831 alla morte di Maria Luigia
  • Il Risorgimento. Dal ritorno dei Borbone all’Unità d’Italia